Il vestito cucito addosso - Sito ufficiale dello scrittore Francesco A. Russo

Sesta ristampa, Inkwell Edizioni 2012


“Il Pirandello dei giorni nostri”
– Emanuele Urzì | Siciliamediaweb
“Via via si spera, si aspetta, si riflette, si inorridisce, ci si libera” – Tiziana Tavella | La Sicilia
“La realtà di chi pensa a come vive, piuttosto di vivere come pensa” – Orazio Vasta | Giornale di Sicilia

La scelta del titolo da spazio a molteplici interpretazioni. Il vestito cucito addosso è una metafora che rappresenta lo stato di ognuno di noi. Un vestito che copre, che nasconde, che distrae, confonde, imprigiona o protegge. Un vestito che ci cuciono gli altri o che spesso ci cuciamo noi stessi. Dieci racconti sugli uomini, sugli accadimenti che ognuno preferisce tenere per sé, sui pensieri, sulle debolezze e sulle atrocità di tutti.
“Ciascun racconto nasconde una parte oscura – a volte imprevedibile, esasperata o paradossale – che denuda l’anima del protagonista. Così come ogni uomo, ogni racconto ha come un “vestito cucito addosso” che tenta invano di coprire delle verità”.

Amazon